About the Moon.. [ITA]

4년 전

our_world_earth_moon.jpg
[ Foto presa dalla seguente fonte ]

Hi to everyone e bentornati sulla mia steem-page!
Oggi vi voglio parlare di un argomento che io considero oltremodo affascinante: la Luna.
Chi di voi non ha mai sospirato sollevando gli occhi alla luminosa sagoma del nostro pianeta-satellite? Chi non si è mai soffermato ad ammirare la luna piena di un cielo estivo? Chi non ha mai pensato, anche solo per un fugace istante, a lei come a una silenziosa e complice guardiana e custode?
La Luna è con noi da sempre e veglia sui nostri sogni notte dopo notte, dall'alba dei tempi.

Ma quanto ne sapete davvero su di Lei?!

Ad esempio, sapevate che ha praticamente la stessa età geologica del nostro pianeta?
Proprio così, la nostra amata Luna è meno giovane di quel che potevamo supporre nella nostra innocenza. Al vederla così piccola e nobile, a me ha sempre fatto pensare più ad una fanciulla appena sbocciata che ad una donna matura, eppure ha anch'essa 4 miliardi di anni sulle spalle.
E lo testimoniano tanto le analisi eseguite sui suoi campioni riportati indietro dalle spedizioni spaziali, quanto la sua superficie:

main-qimg-0c62eaa2f7fae1a611f513e114791dcc-c.png
[Immagine presa da Google Immagini e debitamente modificata dalla sottoscritta che mostra le due facce della Luna]

La superficie del Far Side è satura di crateri da impatto – satura nel senso che ha raggiunto letteralmente il limite di crateri visibili sulla sua superficie! Ma questi crateri quanto sono profondi? Potrebbe non sembrare, ma lo sono per km, così come i rilievi si elevano dalla “base”.
Ma facciamo un passo indietro..

La Luna ha una scarsissima atmosfera (molti di voi saranno convinti che non ce l'abbia nemmeno, ma in realtà esiste, anche se molto rada) ed è totalmente priva di acqua. È inoltre ricoperta da un suolo finissimo – praticamente polvere – chiamato regolite, che altro non è se non il prodotto degli impatti dei meteoriti sulla sua superficie, da cui raramente affiorano rocce del substrato.

Come è nata la Luna?
Ci sono varie ipotesi e non starò qui a elencarvele tutte, giacché non voglio annoiarvi troppo o farne una lezione universitaria sui pro e i contro delle stesse, ma vi dirò direttamente la più accreditata: all'inizio dei tempi, quando la massa terrestre era appena nata, vi dev'essere stato un “mega-impatto” con un altro corpo celeste (in realtà non è insolito che, ad esempio, due pianeti si ritrovino nella loro storia a ruotare intorno allo stesso asse e ad attrarsi reciprocamente) che ha dato luogo a una quantità enorme di detriti intorno all'orbita terrestre, che nel giro di pochi milioni di anni si è compattata, dando vita al nostro pianeta-satellite.
Teoria sostenuta attualmente dalla composizione geochimica delle rocce lunari, tale e quale quella delle rocce terrestri.

E tutti quei crateri?

lunar-topography.jpg
[ Foto presa dalla seguente fonte ]

Come potete vedere, nel Far Side non c'è solo una più elevata concentrazione di crateri, ma anche una più elevata topografia. I rilievi sono chiamati Highlands e si differenziano dai Maria (le aree depresse e pianeggianti del Near Side) non solo per morfologia, ma anche per composizione ed origine.
Infatti i Maria, letteralmente dei veri e proprio “mari” sono crateri da impatto colmati da quella che è lava vulcanica basaltica (come le Hawaii, per intenderci) che, attraverso delle fessure nella crosta lunare, è risalita a fiumi – davvero! – riempiendoli in tutta la loro estensione e spesso arrivando anche a quelli vicini.

Ebbene sì, il centro della Luna ha un cuore ancora liquido, seppur non sia paragonabile al nostro per dimensioni né per posizione: non è infatti centrato al pianeta stesso, bensì spostato verso la Terra proprio per effetto della gravità terrestre. E questo spiega anche come mai i Maria siano locati nel Near Side e non dall'altro lato, dove la crosta è difatti molto più spessa nonostante la quantità maggiore di impatti da meteoriti che presenta.

E per quanto riguarda la sua composizione?
Abbiamo detto che ha la stessa composizione geochimica delle rocce terrestri, ma allora come mai è così diversa? Questo è perfettamente logico se teniamo conto delle sue caratteristiche, in quanto corpo molto più piccolo, con minima atmosfera e zero acqua. Le dimensioni in primis hanno fatto sì che la superficie del pianeta-satellite si raffreddasse molto più rapidamente della Terra, creando una crosta più spessa e dando luogo ad un fenomeno di differenziazione mineralogica che attualmente avviene nei nostri magmi.
Non so se conoscete la serie di Bowen:

KEMO-Bowens_series_WEB.jpg
[ Foto presa dalla seguente fonte ]

Questo simpatico schemino ci dice semplicemente quali sono i minerali che per primi si cristallizzano all'interno del nostro magma. Olivina e Plagioclasio sono i due minerali che cristallizzano per primi ed è questo che è avvenuto sulla Luna, ma non è tutto qui. L'Olivina è un minerale “pesante”, che quindi nel corso del tempo è sprofondato al centro del pianeta, mentre il Plagioclasio, più “leggero”, è risalito in superficie, formando così una crosta in Anortositi ricche in Europio – un elemento della categoria delle terre rare che catturato dall'Anortosite è rimasto in superficie.
Pertanto ci ritroviamo ad oggi con un nucleo della Luna costituito da magma estremamente basaltico – evoluto, che da' vita a rocce nere – ed una crosta lunare di composizione plagioclasica, dal colore prevalentemente grigio-chiaro.

Ma l'uomo ci è davvero andato sulla Luna?
. Posso affermarlo con certezza – salvando i vostri sogni ed i miei a spada tratta – ci è andato davvero, e le prove ci sono state fornite molto tempo dopo (intorno agli anni 2000) da foto satellitari e ricostruzioni virtuali della topografia lunare che vanno a combaciare perfettamente alle foto riportate dalla Nasa.
Quindi nossignori, nessun combloddo!

a11LROC111105AstroTracks.jpg
[ Foto presa dalla seguente fonte ]

Insomma, non so come la vedete voi, ma io mi sento molto meglio ora che ho queste certezze e spero di avervi raccontato qualcosa di interessante!
Buon Natale e felice fine dell'anno a tutti voi! Oh oh oh!

Bibliography:

LogoSteemit2.png
[Ogni foto presente su questa pagina, se non citata sotto la foto stessa, è mia e personale]

Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
STEEMKR.COM IS SPONSORED BY
ADVERTISEMENT
Sort Order:  trending

Molto interessante. Ho una domanda (perdonami se è una stupidaggine, ma sono curiosa!): l'ipotesi più accreditata, quella che vuole che la luna sia un aggregato di detriti, va d'accordo con il suo "cuore" magmatico?

·

Tranquilla @heidi71 , non è una stupidaggine e già posso dirti che la risposta è assolutamente affermativa!
Vedi, in origine il nostro pianeta si è formato allo stesso modo (si tratta di un processo chiamato "accrezione") ed una volta raggiunta una dimensione sufficiente anch'esso, per mezzo delle sovrappressioni dovute alla gravità stessa del pianeta, ha iniziato a cambiare e scaldarsi, fino a diventare quello che è il nostro nucleo e mantello. La luna è la stessa cosa: per le sovrappressioni la temperatura interna è aumentata sino a creare una struttura corrispondente al nostro nucleo e mantello (si hanno delle evidenze su un passato campo magnetico lunare, ora scomparso da tempo) che poi proprio per le dimensioni più piccole si è raffreddato più velocemente sino alla situazione attuale.

·
·

Grazie, sei stata chiarissima ed esauriente!

Ottimo articolo complimenti! 👍

·

Grazie mille! Ho cercato di raccogliere un po' tutte le informazioni in mio possesso e spero di essere stata esauriente anche se sintetica!

è tutto Un Combloddo! Bugiarda!!111! XD
Ottimo articolo. Se continuiamo così riempiamo di geologia tutto Steemit! Il che non è male :P

Ciao, complimenti per il bel post :)
Se ti va aggiungi il tag "scienze", è il tag di riferimento per gli articoli scientifici in lingua italiana. Spero di vederne altri fatti così :D ciao!

Congratulations @kaiyoko! You have completed some achievement on Steemit and have been rewarded with new badge(s) :

Award for the number of upvotes

Click on any badge to view your own Board of Honor on SteemitBoard.
For more information about SteemitBoard, click here

If you no longer want to receive notifications, reply to this comment with the word STOP

By upvoting this notification, you can help all Steemit users. Learn how here!

The dark side of the moon...

Bravissima, post ben fatto e interessante.Benvenuta.

  ·  4년 전

Brava, appena arrivata e già a segno! Complimenti, articolo ben dettagliato e completo :-)

Interessante. Mi domando come mai, se la luna è tanto simile alla terra, non osserviamo i fenomeni di un corpo vivo ed in evoluzione come da noi ove subsidenza, traslazione e fenomeni vulcanici producono e fagocitano crosta terrestre tutti i giorni. Oppure esistono...ma non ci sono studi su episodi sismici lunari (tanto meno effusivi). Magari la massa dei due corpi ha una certa rilevanza? Un corpo piccolo si raffredda più velocemente...e col freddo tutto tace.

·

Hai centrato il punto, non è tanto la massa del corpo ma quanto esso si è raffreddato. La Luna ha uno spessore crostale di 25 km (la nostra crosta terrestre ha una crosta di 5 km di media) ed è questo al tempo attuale a rendere nulli eventuali movimenti di possibili placche. La Luna è molto più fredda, e sì, tutto tace. Ma il vulcanismo c'è anche sulla Luna, ma ne parlerò più approfonditamente in un post dedicato non appena avrò abbastanza informazioni ^^

molto interessante